OBS Studio: ottimo programma open source

Ciao a tutti e benvenuti. Oggi parliamo ancora di open source e nello specifico di OBS-Studio, un ottimo programma per registrare il desktop e i gameplay. Io lo uso quotidianamente per registrare i miei video tutorials, e devo dire che è fantastico. Non potrei farne a meno. Ma vediamo nel dettaglio che cosa è.

Dove scaricarlo

Ovviamente prima bisogna scaricare il programma, e per fare ciò, dobbiamo andare sul sito ufficiale e scaricarlo dalla sezione download per linux.

Nella sezione download di obs, clicca sul pinguino e appariranno le istruzioni per poterlo installare. Se non siete capaci, potete usare i comandi CTRL+C e CTRL+V per copiare e incollare i vari comandi descritti nel t erminale. Ricordatevi che: se come me usate una linux mint 17.3 o una ubuntu e derivate da 14.04 LTS,, allora dovete installare anche gli ffmpeg, inserendo il ppa e poi installando il codec successivamente, mentre se usate una linux mint 18 o una ubuntu e derivata da 16.04LTS, allora gli ffmpeg son gia installati e non necessitano di essere messi, ma di passare solo al paragrafo successivo.

La  schermata

La sua schermata principale appare così una volta installato. All’apparenza sembra che non dica niente, vi troviate di fronte a una tela bianca, ma in realtà la sua tela dice molto. In questa schermata è racchiusa tutta la potenza di OBS-Studio.

Impostazioni

Una volta aperto il programma (vedi figura in alto) la prima cosa da fare è creare la scena, ossia, il set dove vogliamo registrare i nostri video. Quindi per creare il nostro “set cinematografico” dobbiamo creare una scena ad hoc. Segui questa piccola procedura:

1 – Nel menu in alto fai clic su Collezione scene, e poi clicca su Nuovo;

2 – Dalla input box che appare dai il nome che tu vuoi dargli alla tua scena (nome univoco, mi raccomando, è solo per ricordarti).  Nel caso in futuro vuoi creare più scene o set cinematografici, allora dovrai dare più nomi alle tue scene.

3 – Bene, ora è arrivato il momento di aggiungere gli elementi alla tua scena. Fai clic sul più che trovi nella nella sezione origini. Alt: analizziamo i vari pulsanti:

  • il PIU’ aggiunge elementi
  • il MENO elimina gli elementi selezionati
  • FRECCIA SU sposta davanti l’elemento
  • FRECCIA GIU sposta indietro l’elemento selezionato

Io direi che per fare una discreta scena occorrono due elementi: la webcam e lo schermo (il desktop). Oppure nella variante due puoi utilizzare anche la finestra corrente direttamente ma ti occorre poi inserire uno sfondo, per non avere il nero dietro di te.

4 – Bene, dopo aver cliccato su Dispositivo di acquisizione video, appare questa finestrella. Se volete potete cambiare il nome al dispositivo semplicemente mettendo webcam al posto di dispositivo di acquisizione video. Una volta fatto questo diamo okay, apparirà la finestra di settaggio della webcam, dove potete lasciare invariati per ora tutti i parametri che trovate, tutti eccetto uno: togliete la spunta su usa buffer. così  facendo la vostra webcam non va a scatti e il video risulta più fluido.

5 – Se tutto è andato in porto senza intoppi, apparirà una schermata del genere, con il mio faccione che saluta. Quella è la vostra webcam. Non preoccupatevi se la vedete così grande, ai lati ci sono delle maniglie che spostandole, si può ridimensionare fino a raggiungere la dimensione a voi più congeniale.

Dopo la webcam, ripetete il passo 3 per aprire Cattura schermo, così avrete una panoramica precisa del vostro desktop. Fate i relativi settaggi alle finestre che appaiono, ricordate di spostare su o giu i vari elementi finché non li vedete come voi desiderate. Et voilà, il gioco è fatto. Avete creato la vostra scena.

Settiamo le impostazioni del programma

Dopo aver creato le scene, è il momento di passare alle impostazioni del programma. ora non sto lì a spiegare come fare, vi metto semplicemente le immagini delle sezioni delle impostazioni, voi copiatele pari pari al mio e non avrete problemi. Ricordo che il parametro impostazioni lo trovate a destra premendo il pulsante “impostazioni”. (vedi figura)

1 – In questa sezione non dovete toccare nulla, lasciate tutto così.

2 – Se non fate streaming video, ossia live, non toccate nulla.

3 – settate come vedete, lasciate stare la linguetta streaming se non vi serve. Sarà poi argomento di tutorial futuro, in caso vi dovesse servire. Per ora accontentiamoci di usarlo per i nostri piccoli video.

4 – mettete il bitrate audio a 192, così otterrete un ottima qualità audio da CD audio

5 – Date gli output di registrazione audio come da figura

6 – come risoluzione per i tuoi video, ti consiglio di usare la massima risoluzione consigliata del tuo monitor (nel mio caso 1920×1080), che guarda caso è la risoluzione Full HD

7 – E per finire, non potevano mancare i pulsanti di scelta rapida per avviare e fermare la registrazione. Io ho messo F12, ma voi potete mettere ciò che volete.

Ora siete pronti a fare gli Steven Spielberg del web.

Per quanto riguarda la vostra webcam, se non vi piace il quadrato che va poi ridimensionato, potete creare un riquadro rotondo (che io trovo molto meglio anche a livello estetico). Per fare ciò dobbiamo usare GIMP (o un altro programma di immagini editor). Essendo in ambiente Linux, io uso GIMP:

Creiamo un riquadro rotondo per la nostra webcam

Allora, per la verità è già creato, ve lo lascio in download pronto da scaricare direttamente dal cloud. Il link te lo inserisco in fondo alla pagina, usando il relativo pulsante. Ora ti spiego come inserirlo nella vostra webcam per arrotondare il riquadro.

 

1 – Selezioniamo da origini la nostra webcam, e poi clicchiamo col destro su di essa e poi su filtri

2 – nella sezione filtri per effetti, aggiungiamo un effetto premendo il tasto più in basso oppure facendo clic destro sull’area per far uscire il menu contestuale. L’effetto che ci interessa è immagine maschera/miscela

3 – Nella input box che appare diamo il nome riquadro (oppure potete lasciare il nome invariato), diamo okay per confermare e proseguiamo. Appare la finestra così come la vedete in figura.

  • In tipo usate maschera alfa (canale di colore)
  • in percorso date l’indirizzo dove avete messo il vostro file di riquadro (attenzione: non spostatelo mai, altrimenti OBS non lo riconoscerà più). Consiglio di lasciarlo sempre in quel posto la così ad ogni apertura di OBS, il riquadro viene automaticamente caricato.

Altri parametri da settare non ce ne sono. Bene, se tutto è andato in porto appare una finestra così (vedi figura sotto):

Fatto tutto ciò, chiudiamo la finestra e cominciamo a registrare. Ecco come appare obs dopo aver seguito il mio tutorial (vedi figura sotto):

Ovviamente poi potete ridimensionare a vostro piacimento la dimensione della webcam, spostarla poi al centro, o di lato, in alto o in basso, insomma, come più piace a  voi.

Ecco il file png da scaricare per avere l’effetto rotondo sulla webcam

In conclusione

E con questo ragazzi, diciamo che il mio articolo, o meglio la mia chiacchierata con voi è terminata. Spero abbiate gradito il mio tutorial, e se avete domanda da pormi riguardo OBS, usate il form contenuto nella sezione Contatti. Mi raccomando: non siate off topic, ossia non scrivete cose a cazzo, ma inerenti a ciò che avete letto.

 

 

 

CC BY-ND 4.0 OBS Studio: ottimo programma open source by Billoweb Community is back is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivatives 4.0 International License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *